Un progetto musicale di raccolta fondi a sostegno di associazioni ONLUS, come il Comitato Maria Letizia Verga e ABEO Verona, che operano nei reparti pediatrici con bambini affetti da patologie emopatiche e oncologiche. E’ questa la natura di Happy Days, brano composto e arrangiato dal musicista e produttore Fabio Cobelli che con Raffaella Pirovano ha ideato l’iniziativa e creato l’associazione Motus.

Happy Days è un brano allegro e solare le cui parole sono state tratte da ciò che i bambini ricoverati hanno scritto sui loro disegni appesi nei reparti ospedalieri. I ritornelli sono interpretati dal coro di voci bianche A.LI.VE (Accademia lirica Verona). Quando la produzione sarà completata, il brano potrà essere scaricato dal pubblico sulle principali piattaforme di musica in streaming (Spotify, iTunes, Amazon) al costo di 1 euro. Tutti i proventi derivanti dalla commercializzazione e dai diritti, saranno convogliati su un conto corrente solidale, denominato Happy Days.

L’appello che abbiamo lanciato per raggiungere lo scopo del nostro progetto benefico si rivolgeva ad artisti del panorama musicale che “sposassero” l’idea, mettendo a disposizione la loro voce per cantare alcune parole della canzone, pensando all’esempio del famoso pezzo di Band Aid “Do they know it’s Christmas?”.

Abbiamo avuto riscontro positivo da parte di Cantanti e Musicisti che hanno aderito con entusiasmo.

Abbiamo fortemente voluto dar vita al progetto Happy Days, sulla scia di esperienze personali che ci hanno portato a vedere con quanta umanità e passione questi reparti ospedalieri svolgano il loro prezioso servizio”, dice Fabio Cobelli, presidente di Motus e musicista che ha realizzato numerosi progetti discografici per i più piccoli.

Le associazioni Onlus che il progetto sostiene sono il Comitato Maria Letizia Verga di Monza, da 40 anni in prima linea per offrire ai bambini malati di leucemie e linfomi il meglio in ambito di Ricerca, Cura e Assistenza. In particolare, i fondi raccolti serviranno a finanziare un importante progetto di ricerca decisivo nella lotta alla leucemia: la creazione di un Passaporto genetico per ogni bambino malato di leucemia o linfomi: progetto che il Laboratorio di Ricerca M. Tettamanti del Centro Maria Letizia Verga (Fondazione MBBM – c/o Ospedale San Gerardo, Monza), all’avanguardia a livello internazionale, sta sviluppando per tutta l’Italia.

L’altra associazione che Happy Days sostiene è ABEO Verona (Associazione bambino emopatico oncologico) il suo obiettivo è finanziare la costruzione di un edificio situato all’interno dell’area ospedaliera di Borgo Trento nell’area di pertinenza di Villa Fantelli da poco ristrutturata, che diventerà la nuova CASA ABEO.

 In essa saranno ospitate le famiglie dei piccoli pazienti in cura presso il Reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’Ospedale Donna Bambino di Verona perché affetti da gravi patologie per le quali necessitano settimane o mesi di terapie e che provengono da tutta Italia e dall’estero.

Raffaella Pirovano, responsabile del progetto Happy Days e cofondatrice di Motus, aggiunge: “Ci siamo attivati coinvolgendo le associazioni, con l’obiettivo di dare il nostro piccolo contributo nel portare ottimismo, resilienza e consapevolezza a questi bambini che non sono soli in questa battaglia quotidiana. Crediamo che la musica sia un ottimo strumento per farlo. Siamo fieri di aver ottenuto il patrocinio del Comune di Monza e del Comune di Verona, che sono le nostre città, e auspichiamo che altre realtà vogliano sostenerci.”

Scopri le due ONLUS

beneficiarie del progetto Happy Days